IL BACIO DELLA VEDOVA di Israel Horovitz in scena nel week-end al Radar

IL BACIO DELLA VEDOVA di Israel Horovitz arriva a Monopoli dopo una tournée nazionale che ha toccato i teatri di Bologna, Udine, Cervia e Salerno. È il Teatro Radar a ospitare sabato 2 aprile alle ore 21 e domenica 3 aprile alle ore 18 nuova produzione Teatri di Bari, con la traduzione di Mariella Minozzi, la regia di Teresa Ludovico, scene e luci di Vincent Longuemare.

Archie e George (interpretati da Alessandro Lussiana e Michele Schiano di Cola), due giovani uomini di provincia, amici sin dai tempi della scuola, rivedono Margy (Diletta Acquaviva), una loro compagna di ritorno al paese dalla città dove ormai vive. Questo lo schema all’interno del quale il pluripremiato drammaturgo statunitense Israel Horovitz costruisce un testo incalzante, che cattura lo spettatore con la leggerezza e poi lo spiazza, trascinandolo in una storia dai risvolti inaspettati. L’ipnotico allestimento di Teresa Ludovico porta in scena un cast di giovani e potenti attori e ci accompagnerà nell’esplorazione di quello che la stessa regista definisce il “cono d’ombra che abita ognuno di noi”.

Le repliche dello spettacolo sono poi in programma al Teatro Kismet di Bari il 9 aprile alle ore 21 e il 10 aprile alle ore 18.

Biglietti a partire da 22 euro, disponibili al botteghino del teatro (via Magenta 71, Monopoli) e sul circuito online Vivaticket.com. E per chi possiede la myWorld card di Teatri di Bari, sarà rimborsato del 3% del prezzo d’acquisto di biglietti e abbonamenti, oltre a cashback su migliaia di esercizi convenzionati al circuito myWorld. È possibile iscriversi sul sito myworld.com e scaricare l’app myWorld Benefits (disponibile negli store Ios e Android).

Per informazioni si può inviare una mail a info@teatroradar.it o chiamare il numero 335 756 47 88. Maggiori dettagli sulla Stagione 2021.22 e il botteghino sul sito www.teatridibari.it.

Total
0
Shares
Articolo precedente

Monopoli, abbattimento pini in via A. Grandi, le foto e il video

Articolo successivo

Comunali 2023: Secundo “scalda” Romani?

Articoli correlati