Pesca illegale di datteri: sorpresi dalla Guardia di Finanza

I Finanzieri della Compagnia di Monopoli, nell’ambito dei servizi di controllo  economico del territorio, hanno sorpreso tre sub intenti a pescare illegalmente  datteri di mare lungo la costa di Polignano a Mare (BA). 

Si tratta di molluschi marini particolarmente pregiati e rientranti nelle specie  protette, che impiegano fino a quaranta anni per raggiungere una lunghezza di  circa 5 centimetri. Questo tipo di pesca è altamente lesivo dell’ecosistema  marino, poiché è possibile soltanto attraverso la frantumazione della scogliera,  che provoca grave danno ed alterazione delle coste. 

In particolare, l’attività di servizio posta in essere dalle Fiamme Gialle ha  permesso di denunciare i tre soggetti alla Procura della Repubblica di Bari per  pesca illegale di specie protetta e di sottoporre a sequestro il pescato e tutta  l’attrezzatura in dotazione agli stessi, costituita da bombole da immersione,  retini e mazzole per la distruzione della roccia. 

I 7 chilogrammi di datteri di mare sequestrati, ancora vitali, su indicazione  della competente ASL, sono stati subito riversati in mare. Il tempestivo intervento della Guardia di Finanza ha, quindi, consentito di  preservare la sopravvivenza e la crescita di questi molluschi e di proteggere le  nostre coste da condotte illegali, poste in essere da soggetti senza scrupoli al  fine di soddisfare le richieste che il settore della ristorazione riceve, soprattutto  nell’alta stagione turistica.

Total
1
Shares
Articolo precedente

Laser a Monopoli, 70 atleti e cinque medaglie per la Lega Navale

Articolo successivo

Confermato il giovane playmaker Mickey Laquintana

Articoli correlati