Il Trapani di mister Italiano: prossimo avversario del Gabbiano

Secondo in classifica a 9 lunghezze dalla capolista Juve Stabia, il Trapani – 44 punti in classifica in 22 gare disputate, alla perfetta media di 2 punti a partita – è il prossimo avversario del Gabbiano.

Nel match di andata risultò fin’anche stretto per i biancoverdi il pareggio a reti bianche; ma, ugualmente contro una compagine tra le più accreditate al salto di categoria. I granata della presidentessa Paola Iracani – tratteremo nell’articolo i possibili sviluppi sull’eventuale cambio societario – sono allenati da questa stagione da Vincenzo Italiano, tecnico 41enne nativo di Karlshrue, Germania. I 44 punti complessivi sono frutto di 13 vittorie: 3-0 interno sulla Reggina, 0-2 a Vibo Valentia, 3-0 interno sulla Sicula Leonzio, 2-1 interno sul Siracusa, 1-0 interno sul Bisceglie, 3-0 interno sul Rieti, 2-0 interno sul Matera, 3-1 interno sulla Virtus Francavilla, 1-0 interno sul Rende, 1-3 esterno di Pagani, 2-1 interno sul Catanzaro, 2-1 interno sulla Vibonese, 1-2 esterno di Siracusa; 6 pareggi: 0-0 al Veneziani di Monopoli, 0-0 al Pinto di Caserta, 2-2 esterno di Viterbo, 1-1 sul terreno del Viviani di Potenza, 1-1 di Reggio Calabria, 2-0 interno sulla Vibonese, 0-0 sul campo di Lentini; a fronte di 3 sconfitte: 3-1 a Catania, 1-0 al Lamberti di Cava dé Tirreni, 1-2 interno con la Juve Stabia. Pressoché un rullo compressore nelle gare disputate sul manto erboso artificiale del ‘Polisportivo Provinciale’ di Erice: 10 vittorie contro, Reggina, Sicula Leonzio, Siracusa, Bisceglie, Rieti, Matera, Virtus Francavilla, Rende, Catanzaro, Vibonese; nessun pareggio, oltre all’unica sconfitta interna contro la Juve Stabia. Negli undici incontri interni ha messo a segno 23 reti, subendone 6 (35 reti fatte/16 subite nel complesso delle 22 giornate totali). I maggiori realizzatori sono Evacuo e Nzola con 5 reti a testa. La rosa di prima squadra ha un’età media pari anni 25.4 anni, con 7 stranieri in organico (il difensore portoghese classe ’98 Joao Silva, il laterale sinistro uruguaiano ’96 Juan Ramos, il centrocampista francese Anthony Taugourdeau, il trequartista portoghese Pedro Costa Ferreira, l’ala polacca classe ’98 Davide Mastaj, la punta franco agolese ’96 M’Bala Nzola, l’altro attaccante ’96 l’italo brasiliano Lucas Dambros).

Il “rebus” legato al passaggio di proprietà della società, con un tira e molla che dura ormai da tre mesi, ha fatto si che il mercato di gennaio fosse abbastanza frenato. L’acquisizione della società da parte dell’imprenditore romano Giorgio Heller sembra al momento non ancora di imminente soluzione. Resta il fatto che il Trapani Calcio è sempre in vendita. Intanto, il diesse Raffaele Rubino si è ugualmente mosso  discretamente, concludendo alcune operazioni. Tra gli arrivi: i portieri, il classe ’99 Andrea Cavalli (dove era stato a sua volta prelevato a dicembre dal Taranto), oltre al ‘2000 Matteo Rossi entrambi dal Reggio Audace; il terzino sinistro Michele Franco dal Siracusa; il centrocampista ’98 Canino alla Massese; l’attaccante Francesco Fedato in prestito dal Foggia. In uscita, invece, il portiere classe ’98 Matteo Kucich è passato al Pisa.

Precedenti in terra siciliana – Quello di domenica pomeriggio sarà il terzo incontro nello storico tra le due contendenti sul terreno siciliano. Il bilancio vede in vantaggio i granata, per aver vinto nella stagione 1993-94 in Serie C2, e pareggiato nell’ultima occasione, durante la scorsa stagione 2017-18 in Serie C: TRAPANI-MONOPOLI 3-0, nel match datato 24 ottobre ’93; TRAPANI-MONOPOLI 2-2, nel match datato 29 aprile 2018 – con vantaggio di Murano, pareggio di Leonardo Longo, nuovo vantaggio di Corapi, e definitivo pareggio ancora ad opera di Longo per i biancoverdi. Ultimo schieramento (4-3-3) in occasione della vittoria esterna nel derby di Siracusa: Dini; Scrugli (1’st  Franco), Scognamillo (76′ Mulé), Pagliarulo, Costa Ferreira; Aloi (73′ Girasole), Taugourdeau, Corapi; Ferretti, Dambros (52′ Fedato), Nzola (76′ Evacuo). Unico ex della partita sarà Enrico Zampa, in granata nella stagione 2014/15 in Serie B.

Total
0
Shares
Articolo precedente

Calciomercato Monopoli: il bilancio conclusivo della sessione invernale

Articolo successivo

Monopoli, Bastrini: conosciamo meglio il neo arrivo in biancoverde

Articoli correlati