Monopoli, Scienza: “Noi, incapaci di congelare la partita. Vittoria meritata”

Una partita dominata per oltre 40 minuti di gioco del primo tempo che, a causa di una strana dose d’ingenuità poteva tramutarsi, non soltanto in una rimonta (come è accaduto ad inizio ripresa), ma sconfinare in una vera e propria beffa.

Il Monopoli, capace di strabiliare nel primo tempo – squadra padrona del campo che, a ben vedere anche il vantaggio parziale di due goal poteva stargli stretto – si faceva rimontare per effetto di una rete nel recupero della prima frazione, e di un’altra giunta rocambolescamente ad inizio ripresa. Al tecnico ossolano Beppe Scienza, nel dopo gara non resta che prendere i tre pesanti punti playoff, prenderne atto, e pensare alla prossima compagne calabrese per la sfida di domenica prossima. Prima di interessarsi della Reggina, il mister porta a casa questo successo, oltre ai meritati complimenti dei colleghi giornalisti e degli sportivi calabresi. “Potrei terminare qui. – Esordisce l’allenatore biancoverde, sottoscrivendo ogni frase pronunciata dal suo primo intervistatore della serata. Noi, siamo un po’ schiavi di questo modo di giocare. Sempre protesi in avanti gestendo il pallino del gioco. Per i primi 40 minuti poteva finire (con tutto il rispetto per Rende) potevamo andare sul 4, o 5 a zero. Nessuno avrebbe potuto obiettare nulla. Poi, in 5 minuti abbiamo perso tutta l’inerzia. Temevo l’avversario che, dopo aver vacillato per quasi l’intero primo tempo, essendo riuscito ad andare in gol poteva poi farci soffrire. Siamo rientrati in campo gestendo malissimo tempo e spazi di gioco. Poi, ci siamo rimessi a giocare, e anche un con un pizzico di fortuna abbiamo trovato il gol del 3-2. Però, non era facile vincere qui a rende. Poco tempo fa mi sono espresso sulle buone cose fatte da mister Modesto, in relazione dell’ottimo girone di andata. E’ una piacevole sorpresa per chi non conosce questo campionato, ma, non per me che l’ho già fatto. Resta il fatto che non siamo una squadra capace di congelare la partita, con malizie o furbate. Abbiamo perso un playoff l’anno scorso un po’ a causa di queste caratteristiche. C’è da dire che, rispetto all’anno scorso ho un po’ più di giocatori da far ruotare. Giocando tante partite ravvicinate come quest’anno non avremmo potuto gestirle in questo modo”.

Total
0
Shares
Articolo precedente

Serie C: tutti i numeri della 22^ giornata di campionato

Articolo successivo

L'Audace Monopoli vola al quarto posto

Articoli correlati