Playoff, sarà Cosenza-Siena la finale che vale la B. Catania beffato ai rigori

?????????????????????????????????????????????????????????

Il Cosenza batte il Sudtirol in un ‘San Vito/Marulla’ gremitissimo e stacca il biglietto per la finalissima di sabato prossimo a Pescara. Al Catania riesce una prima rimonta, ma si fa beffare ai calci di rigore dopo due tempi supplementari. Prima un’inzuccata di Baclet al 69′, poi un clamoroso autogol di Frascatore al 94′, fanno esplodere i 18mila presenti allo stadio cosentino. Piero Braglia ha già fatto un mezzo miracolo, portando i rossoblu dalla quinta posizione in classifica nella regular-season ad un passo dal ritorno tra i Cadetti – 30anni fa esatti ottennero la promozione in B con Gianni Di Marzio in panchina, pareggiando nell’ultima di campionato esattamente sul terreno monopolitano del ‘Veneziani’. Non ha fortuna, invece, il Catania nel match di ritornro contro la Robur Siena: vantaggio dei toscani con Santini alla mezz’ora del primo tempo; poi il pareggio di Curiale al 44′, oltre a una rete su calcio di rigore trasformato al 68′ da capitan Lodi, costringono le due contendenti agli extra-time. Nemmeno i supplementari sono però in grado di sancire la seconda finalista per l’approdo in Serie B. La lotteria dei rigori sarà purtroppo fatale agli etnei (3-4 il computo totale in favore della squadra allenata da mister Mignani). L’ultimo atto stagionale della Serie C 2017/18 andrà in scena sabato prossimo sul terreno pescarese dell’Adriatico. Chi vince approderà in B e farà compagnia ai già promossi Padova Livorno e Lecce. Per i rossazzurri di Cristiano Lucarelli si prospetta un altro anno in terza serie; ma il tecnico toscano si è detto pronto a ripartire per puntare alla promozione diretta.

Total
0
Shares
Articolo precedente

Monopoli, l'under Mangione vestirà il biancoverde

Articolo successivo

Finale Playoff: il Cosenza supera il Siena 3-1 e torna in B dopo 15 anni

Articoli correlati